Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, eventuali cookie analitici di terze parti. Se vuoi saperne di più ed esprimere la tua scelta circa l'utilizzo dei cookie analitici clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

Perché è a suo agio in ogni occasione,
sempre unica e di tendenza

Seduzione: come conquistare una donna che “adora” la birra

“Birra io t’adoro”, premiata per aver valorizzato la parità delle donne

Mediterranea DOC da 5000 anni

birra_donne_seduzione_rid
Premio_donne_UDI
mediterranea doc_rid

Come ve la cavate in “storia e geografia della birra”? Anche voi siete fra quelli che ipotizzano una sua origine nordica, fra le nebbie medievali? Tranquille, nessuna interrogazione a sorpresa ma forse è utile fare un piccolo ripasso. Anche se nessuno può asserire, con esatta cognizione di causa, dove e quando sia nata effettivamente la birra, alcuni sostengono che la prima fermentazione, sicuramente casuale di un cereale miscelato con l’acqua, sia avvenuta in Mesopotamia.

Come sostiene l’antropologo alimentare Sergio Grasso: “La birra nasce 50 secoli fa in Mesopotamia e si è diffusa prima in Egitto e poi in tutto il Mediterraneo, prima di approdare al nord e a condizioni climatiche più favorevoli alle colture dei cereali rispetto a quella della vite. Resta il fatto che mediterranea è la nascita, la storia e la tradizione della birra, così come mediterranei sono i cereali, ingredienti alla base della birra e della nostra dieta, considerata la più sana del mondo.”

Quel che è certo è che l’area mediterranea ricoprì un ruolo centrale nella storia antica della birra.

Furono gli antichi Sumeri a codificare, oltre 5000 anni fa, il modo di produrla, ed è proprio in quest’area lussureggiante che nacque la professione del mastro birrario, o meglio della mastra birraria. Vale la pena ricordare, infatti, che per migliaia di anni – nelle civiltà egiziane, assiro-babilonesi, persiana, cretese, greca e bizantina, fino al Medioevo – la birra è stata fatta quasi esclusivamente dalle donne. Le donne, di umili origini ma anche quelle di nobile lignaggio, si dedicavano alla preparazione di questa bevanda, un’attività considerata quasi sacrale, e nel loro corredo di spose, insieme alla dote di scicli d’argento e agli atti delle proprietà che passavano allo sposo, c’era sempre un vaso da orzo e una caldaia, con mestolo e canna lunga, che serviva, appunto, a fare la birra (chiamata se-bar-bi-sag)…

Avete ancora dubbi sul sapore femminile e mediterraneo della birra? Continuate a seguirci…