Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, eventuali cookie analitici di terze parti. Se vuoi saperne di più ed esprimere la tua scelta circa l'utilizzo dei cookie analitici clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

Ecco perché piace alle donne,
sempre di più

Birra, sapori e calorie. Il commento della nutrizionista

Birra da Nobel

Donne e birra: Birra io t’adoro al Tempo delle donne

Lei_1024
Nobel
Birra tempo donne

In Italia la birra è donna e AssoBirra porta questa passione al femminile al Tempo delle donne, la festa-festival del Corriere della Sera che racconta il mondo delle donne e le sue evoluzioni (Triennale di Milano, 1-4 ottobre 2015). Fra i tanti temi si affronterà anche quello del ruolo della donna in pubblicità, argomento caro ad AssoBirra e alla sua campagna di comunicazione dedicata alle donne, Birra io t’adoro.

La campagna di comunicazione collettiva, on air da febbraio, che arriva 30 anni dopo quella con Renzo Arbore, è stata premiata da Immagini Amiche, campagna dell’Unione Donne in Italia (UDI) e l’Ufficio d’Informazione in Italia del Parlamento Europeo, “per aver abbandonato il clichè che fin dagli anni ’60 identificava la birra con la donna”.

La protagonista di “Birra, io t’adoro” è, infatti, una donna moderna, indipendente, ironica, impegnata, che anche nella vita frenetica di tutti i giorni riesce a ritagliarsi dei momenti di piacere e socialità in cui il gusto della birra è complemento perfetto.

“La generazione delle Millennials - spiega Filippo Terzaghi, direttore di AssoBirraè stata capofila di un cambiamento di approccio epocale nei confronti della birra. Abbiamo voluto conoscerla meglio in tutti i suoi aspetti relativi alla concezione del mondo e allo stile di vita. E abbiamo scoperto, con piacere, che la loro anticonvenzionalità nell’approccio alla birra – è solo sintomo di una più generale diversità che si riflette in ogni scelta e anche nei sistemi di valori, che mettono l’amicizia, la socialità, la cultura e la realizzazione nel lavoro al primo posto. A queste donne che sanno essere come la società le vuole, trovando però anche il modo per essere come vogliono loro stesse, abbiamo dedicato “Birra io t’adoro”. La prima dopo quella storica degli anni Ottanta con Renzo Arbore… E, soprattutto, la prima con le donne al centro del messaggio”.

E al Tempo delle donne arriva anche la testimonianza di una “Millennial” d’eccezione come Tania Cagnotto, campionessa di tuffi che tra una medaglia e l’altra non si nega il piacere di un calice di birra. “Amo la birra e mi piace berla in diverse occasioni, dall’aperitivo con gli amici stuzzicando finger food, oppure davanti a una pizza, al ristorante o a casa. Durante la settimana ho gli allenamenti e la bevo raramente, ma nel weekend una birretta è un piacere che ci sta, eccome! L’importante è berla con moderazione, perché parliamo comunque di una bevanda alcolica. Sicuramente berla in compagnia è ancora più piacevole: al mio ritorno in Italia dai fortunati Mondiali di Kazan, il mio compagno ha organizzato una festa a sorpresa per festeggiare le medaglie e abbiamo brindato proprio con la birra.”

Tutte le sere, presso il corner di AssoBirra sarà possibile degustare una birra in buona compagnia e ricevere materiale informativo sul servizio e l’abbinamento “mediterraneo” di questa bevanda naturale. Naturalmente donna.